Smaltimento rifiuti

1657 in Italia

Lo smaltimento rifiuti occupa un posto fondamentale e delicato tra i servizi alla comunità e costituisce un tema di assoluta importanza per la società di oggi, sempre più interessata alle tematiche ambientali. Riuscire a organizzare una raccolta dei rifiuti richiede l'ausilio di tecnici specializzati, operatori ambientali, imprese di pulizia e altre figure professionali di vario genere.

Lo smaltimento dei rifiuti riguarda tutti gli oggetti, che si tratti di carta, vetro, materiale organico, fino allo smaltimento di rifiuti ingombranti, pericolosi o tossici e ai rifiuti che richiedono una raccolta differenziata specifica come i componenti elettrici ed elettronici, gestiti in conformità alle direttive R.A.E.E.

In cosa consiste lo smaltimento dei rifiuti?

Le aziende che si occupano di smaltimento rifiuti offrono la possibilità di ripulire strade, uffici, fabbriche, scuole, ospedali e altri siti da rifiuti civili e industriali, comprese sostanze nocive come l'amianto, e possono anche occuparsi dello smaltimento di rifiuti edili meno pericolosi ma ugualmente fastidiosi come calcinacci, resti di costruzioni e demolizioni, cartoni, imballaggi di plastica e tutti gli inutili resti di derivazione industriale.

Il ciclo del trattamento del rifiuto è lungo e complesso, e le imprese che operano in questo campo sono in grado di proporre soluzioni per tutte le tipologie di rifiuti e per tutte le esigenze, anche le più specifiche e peculiari. In tema di smaltimento rifiuti la normativa prevede infatti particolari adempimenti a seconda del materiale trattato, dato che ogni rifiuto deve trovare una propria specifica destinazione.

Smaltimento rifiuti nella tua città

Tipologie di smaltimento rifiuti

Numerose imprese si occupano della gestione dei rifiuti industriali, altre sono specializzate nel trattamento, recupero, riciclo e smaltimento dei rifiuti speciali. Molte aziende si occupano, nello specifico, di separare e recuperare gli elettrodomestici alla fine del loro ciclo di vita, come ad esempio lavatrici, condizionatori, frigoriferi, congelatori, computer, monitor, videoregistratori, televisori, stampanti e tutte le apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Dopo lo stoccaggio dei vari materiali, si passa allo smontaggio delle singole componenti riciclabili e ogni tipologia di rifiuto segue un proprio iter particolare di trattamento e bonifica delle parti pericolose o nocive di cui è composto: materiali ferrosi, plastica, alluminio, poliuretano, rame e simili. Esistono anche molte aziende che si occupano dello smaltimento di rifiuti pericolosi, alcune delle quali specializzate nella raccolta, trattamento e smaltimento di oli esausti, batterie, pile elettriche, attività che è soggetta a rigorose regole e normative anche per quanto riguarda lo stoccaggio e il trasporto al sito per lo smaltimento.

Lo smaltimento dei rifiuti sanitari, farmaceutici e ospedalieri, occupa un'area a sé stante, data la delicatezza e la pericolosità anche infettiva di alcuni materiali. Il rifiuto tossico e nocivo può essere anche il residuo di lavorazioni, come le polveri di carteggiatura o le morchie provenienti dalla distillazione dei solventi, e ognuno ha il suo codice di riconoscimento per facilitarne l'individuazione, il trasporto, lo smistamento e lo smaltimento.

Trova le società di smaltimento rifiuti più vicine a te su PagineGialle

Su PagineGialle si possono trovare tutte le aziende che si occupano dello smaltimento e del trattamento dei rifiuti, che dispongono di strutture all'avanguardia per operare anche in siti industriali, al fine di liberare i propri clienti di rifiuti speciali ingombranti e spesso dannosi per la salute.

Inoltre queste società, presenti a Treviso come a Frosinone o a Bari, si occupano anche della raccolta e dello smaltimento di materiali riciclabili come bottiglie di vetro o di plastica, confezioni in Tetra Pak, carta, materiale ferroso di vario tipo e in generale di tutti quei rifiuti che altrimenti costituirebbero una fonte di problemi per utenze industriali e domestiche.