Manifesti funebri

78 in Italia
Quando una famiglia è colpita da un lutto, è prassi utilizzare i manifesti funebri per informare la comunità della scomparsa della persona cara. Chiamati anche epigrafi o necrologi, i manifesti pubblici vengono affissi nel comune di residenza del defunto e nei luoghi che questo era solito frequentare, e contengono le informazioni necessarie a consentire a chiunque lo desideri di partecipare alle esequie.

I manifesti funebri contengono di solito i dati anagrafici della persona scomparsa, luogo dove è possibile rendere omaggio alla salma, data e luogo del funerale e un breve pensiero alla memoria del defunto, oltre a una sua foto in bianco e nero o a colori.

Manifesti funebri nella tua città

L'affissione dei manifesti funebri

I manifesti funebri vengono affissi in appositi spazi e bacheche individuati dai singoli regolamenti comunali e, generalmente, rimangono esposti per circa 5 giorni dalla data di affissione, che possono variare a seconda del meteo, della quantità di manifesti funebri, dello spazio disponibile e dell'urgenza di affissione di nuovi manifesti.

L'uso degli spazi di affissione è soggetto al pagamento di un contributo al Comune, che regolamente anche le modalità di affissione. Solitamente tutti gli aspetti burocratici sono seguiti direttamente dalle agenzie di pompe funebri di ogni città, da Perugia a Frosinone, sempre aggiornate sulle normative comunali di riferimento e in grado di consigliare i familiari su come realizzare il manifesto funebre per il proprio caro defunto.

Cosa scrivere sui manifesti funebri

Oltre alle informazioni fondamentali per comunicare il lutto alla comunità e consentire ai conoscenti e agli amici di partecipare alla camera ardente e alla funzione liturgica, i manifesti funebri contengono solitamente immagini sacre o una foto del defunto, un pensiero di commiato o un ringraziamento per chi parteciperà al funerale. Quando il lutto riguarda i bambini, si utilizzano di solito formule meno formali, accompagnate da grafiche infantili e piccoli disegni, in rispetto alla giovane età.

I familiari più stretti utilizzano di solito formule standard concise, dal linguaggio semplice, come:
  • "La famiglia comunica la scomparsa del caro (dati anagrafici del defunto). I funerali avranno luogo (nome della chiesa o del luogo prescelto) in data (giorno, mese, anno)";
  • "È mancato all'affetto dei suoi cari (dati anagrafici del defunto). Ne danno il triste annuncio la moglie/il marito, i figli e i nipoti. Le esequie funebri si terranno (informazioni sul funerale, sulla sepoltura o sulla cremazione)".

I manifesti funebri di partecipazione

Molte volte, se il defunto ha lasciato un ricordo particolare nella comunità o in un'associazione, gli amici fanno realizzare e affiggono dei manifesti funebri di partecipazione, per esprimere il proprio ricordo della persona scomparsa ed esprimere la propria vicinanza alla famiglia.

In questo caso il manifesto riporta un pensiero o una riflessione, qualche riga di cordoglio o un aneddoto che riguarda la persona scomparsa, per onorarne la memoria e celebrarne le qualità, facendo sentire la propria solidarietà alla famiglia.

Scopri come realizzare manifesti funebri su PagineGialle

Per far realizzare i manifesti funebri per una persona scomparsa ci si può rivolgere alle onoranze funebri della propria città: scopri su PagineGialle quella più vicina a te, in pochi semplici clic. Il motore di ricerca del sito mette a disposizione una lista completa di tutti i servizi di stampa di manifesti funebri della zona, completa di indirizzi e numeri di telefono.